Cantù Piano festival 2016 Quadri, seconda versione Festival orizzonti 2014 Roque d'Antheron, Carnaval Schumann

Un Piano per il web

Un pianoforte, provocato dalle dita esigenti del maestro Maurizio Baglini, e la voglia di dialogare con la musica classica fanno "Un Piano per il Web". E' un idea semplice ed ambiziosa che non si limita a utilizzare la rete e le tecnologie informatiche per la divulgazione e l'accesso alla musica classica ma cerca di sperimentare ed offrire nuove forme di fruizione in odore di arte digitale.

L'idea

L'idea è quella di realizzare sul palco e sul web opere multimediali legate alla musica classica. Le opere, non necessariamente legate alla classica forma del videoclip, potranno trarre beneficio dalle molte possibilità che la tecnologia ad oggi ci offre.

Abbiamo immaginato questa attività come complementare e non come alternativa al tradizionale ascolto della musica. Dovrebbe essere un modo diverso per incontrare un opera musicale che non si offre nel suo puro elemento sonoro bensì già mixata in altre forme d'espressione.

Antefatto

Il progetto nacque dopo un concerto del maestro Maurizio Baglini in quel di San Miniato nel luglio del 2006. In una serata di note scroscianti con inserti di temporale, il sottoscritto, Giuseppe Andrea L'Abbate, ebbe il piacere di ascoltare per la prima volta la suite per pianoforte di Mussorgski "Quadri di un'esposizione". Quest'opera descrive, in musica, la visita dell'autore ad una mostra di quadri dell'amico e pittore Hartman. Ne fui colpito, l'elemento interdisciplinare e sopratutto gli espliciti elementi di "navigazione" dello spazio espositivo furono per me un piacere ed una provocazione. Nell'opera i brani denominati "passeggiata" evidenziano il passaggio da una sala all'altra mentre glialtri brani sviluppano i temi pittorici delle singole tele. Avevo fatto la mia prima navigazione 3D in musica. C'era un spazio espositivo, dei quadri in musica e dei percorsi ... dovevo provare l'operazione inversa: dalla musica alla ricostruzione arbitraria di uno spazio navigabile ad essa ispirato.

A piano for the web

Webpiano projects attempts to experiment and offer multimedia solutions to access classical music on the stage and on the web in the feeling of digital art. The projects are carried out by developing an interdisciplinary cultural context, which is structured using a variety of languages and forms of expression.

We conceive this activity as something complementary and not as an alternative to traditional listening to music. It should be a different way to encounter the musical work, which is not offered in its pure sound element but it is in dialogue with other content expressed by different languages.

The stage

The projects carried out to date for the stage intertwine the live musical interpretation with the projection of images, shapes, colors and words that are partially managed by software.

The work, as a performance, is always unique because of the live musical execution and because of the video variation induced by the software.

Foreground

The project was conceived after a concert of the maestro Maurizio Baglini in the far away town of San Miniato in July 2006. In an evening of pouring notes with stormy inserts, I (Giuseppe Andrea L’Abbate) had the pleasure to listen for the first time to the suite for piano Mussorgski "Pictures at an exhibition". This work describes in music the author’s visit to an art exhibition of his fellow and painter Hartman. I was touched by it, the interdisciplinary element and, especially, the explicit of navigational elements throughout the exhibition space were to me a pleasure yet a provocation.
In the work, the theme called “Le Promenade” evidences the passage from one hall/lounge/room to the other, while the other pieces develop pictorial themes of single canvases. I performed my first 3D navigation in music. There was an exhibition area, some paintings in music and some pathways…I had to try the opposite operation: from music to the arbitrary reconstruction of a navigational space inspired by it.